Newsletter:
Cerca nel sito:
Home Page i nostri autori catalogo tavole da trattati antichi notizie novità email Home Page Home Page

Notizie

« 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 [12] 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 »
19/10/2009 -
Convegno Pircher Relais Castello Castelluccia Roma 22 ottobre 2009

Si conclude a Roma la prima edizione dei convegni organizzati dall’azienda Pircher. Argomento principe: il legno, materiale ecologico da costruzione per eccellenza. Nel 2009, Pircher ha pianificato tre importanti convegni dedicati a professionisti delle costruzioni ed imprese edili il cui tema centrale è “costruire con materiali bio-sostenibili e soprattutto rinnovabili: tetti, civili abitazioni, strutture commerciali”. Si analizzeranno le caratteristiche non solo estetiche, bensì statico-strutturali e le peculiarità prestazionali del legno lamellare. In occasione del convegno, interverranno due nomi di spicco nel settore del legno da costruzione , il prof. Arch. Franco Laner e l’Ing. Attilio Marchetti Rossi. Tanti gli argomenti di grande interesse ed attualità: l’uso del legno lamellare nelle costruzioni, la resistenza al fuoco e al sisma, l’impiego di materiali biocompatibili ed ecosostenibili, l’architettura prefab modulare per progetti abitativi a risparmio energetico. Info press@picher.com




19/10/2009 -
Michelangelo architetto a Roma

Dal 6 Ottobre 2009 al 7 Febbraio 2010"Michelangelo architetto a Roma" Una selezione di disegni relativi ai progetti romani del grande artista nel Museo Capitolino. Piazza del Campidoglio, Palazzo Farnese e la Basilica di San Pietro. Santa Maria degli Angeli e la Cappella Sforza. Porta Pia. Il “Segno” di Michelangelo a Roma si è moltiplicato e si è impresso nella città Eterna.17 sezioni e 105 opere grazie alle quali è possibile tracciare un profilo di Michelangelo architetto a Roma attraverso i due principali momenti in cui l’artista visse nella città tra 1505 e 1516 e dal 1534 fino alla morte nel 1564. Un\'esposizione curata da Pina Ragionieri, direttrice della Fondazione Casa Buonarroti, e da Mauro Mussolin, storico dell’architettura.




29/9/2009 -
Time Honored: uno sguardo sulla conservazione architettonica nel mondo

In questa guida onnicomprensiva sul vasto e diversificato scenario della conservazione architettonica, John Stubbs, vicepresidente del World Monuments Fund e già docente alla Columbia University, presenta una rassegna articolata per aree geografiche, arricchita da considerazioni sulla cultura, la storia e il culto locale. Il volume presenta un ampio repertorio di progetti di restauro, documentati attraverso un vasto apparato di immagini. Una risorsa di straordinaria utilità nel settore. vai alla recensione

Benché il libro consista essenzialmente in una trattazione integrata di teoria, pratica e cenni sull’organizzazione della conservazione del patrimonio architettonico nel mondo – pertanto uno strumento indispensabile per gli addetti ai lavori, come professionisti o studenti della conservazione -, in ogni caso l’esposizione chiara dei contenuti ne fa una lettura interessante e utile per chiunque in generale sia interessato alla conservazione del patrimonio culturale. La prima domanda a cui il libro risponde è, anzitutto, quali siano gli “oggetti” della conservazione architettonica: non si tratta infatti solamente di singoli edifici come l’Independence Hall di Philadelphia, gli Uffizi o il Potala Palace in Tibet, ma anche di interi complessi come l’acquedotto romano di Pont du Gard in Francia o la Grande Muraglia Cinese, e di centri storici urbani come quello di Lima (Perú), Venezia o Cienfuegos (Cuba). Questi sono chiari esempi di patrimonio architettonico universalmente condiviso, testimonianze della Storia e dell’identità culturale che appartengono ad ognuno; ma prendere decisioni e scegliere quali monumenti conservare per le future generazioni è un compito cruciale e assai difficile da affrontare, dal momento che i concetti di Storia e di identità culturale, dei quali l’intero patrimonio culturale rappresenta una incarnazione materiale, cambiano nel tempo a seconda dei cambiamenti della società. Non esistono criteri universali e assoluti, ma solo linee guida e categorie soggette nel tempo al dibattito e alla continua ridefinizione. L’autore passa in rassegna e analizza sinteticamente le categorie, o “tipi di particolare valore o significato”, più comunemente utilizzate per classificare il patrimonio architettonico e per enfatizzare l’importanza della sua conservazione: interesse universale, associativo (storico e commemorativo), estetico, esemplare e istruttivo. Persino la curiosità, intesa come desiderio di conoscere le pratiche costruttive del passato, è tra i caratteri che convenzionalmente identificano i beni architettonici da preservare. Il motivo per il quale la salvaguardia e la conservazione di questo specifico aspetto del patrimonio culturale dell’umanità dovrebbero essere un interesse universalmente condiviso sta nel fatto che il patrimonio architettonico racchiude in sé una storia radicata delle idee e degli stili, e testimonia e assicura la continuità storica dell’ambiente in cui viviamo, in altre parole il nostro senso di appartenenza ad un luogo, non solo fisicamente ma anche culturalmente. Stubbs prende in considerazione i molteplici fattori che minacciano l’ambiente costruito, dall’inevitabile azione del tempo sulle strutture e sui materiali, alle condizioni climatiche e/o cataclismi naturali, fino agli agenti distruttivi causati dall’uomo risultanti da trasformazioni sociali ed economiche, come la costruzione o l’aggiornamento delle infrastrutture, l’incremento del turismo, dell’inquinamento e così via, senza dimenticare la guerra e i conflitti armati. Allo stesso modo, egli descrive le varie possibilità di intervento disponibili a chi si occupa di conservazione, tenendo presente che ogni singolo intervento è sempre un’operazione complessa – non solo dal punto di vista tecnico e scientifico, ma anche da quello culturale – che richiede estrema attenzione e considerazione, e che i principî dovrebbero sempre rispettare l’integrità strutturale e il tessuto storico architettonico esistente. Il penultimo capitolo del libro presenta esempi concreti di pratiche di conservazione, insieme a problemi e soluzioni, adottate in diverse aree del pianeta. A cominciare dall’Europa, in cui la consapevolezza dell’importanza della conservazione dell’ambiente costruito ha le proprie radici storiche e filosofiche, e dove nondimeno molte nuove sfide sono all’ordine del giorno (il turismo di massa, lo sviluppo incontrollato, l’inquinamento ecc.), il viaggio prosegue articolandosi per aree geografiche (Nord Africa e Asia occidentale, Africa Sub-Sahariana, Asia centrale e meridionale, Asia orientale e Sud-orientale, Regione Austro-Pacifica, Nord America, America Latina e Caraibi, e perfino le regioni polari) a cominciare dalle località in cui la protezione del patrimonio ha tradizioni e pratiche consolidate, e spostandosi verso le aree in cui l’attività è ai suoi albori oppure in via di sviluppo. Immagini e grafici illustrano i temi affrontati e le azioni positive intraprese in ciascuna delle regioni del mondo esaminate: riguardo alle regioni polari, ad esempio, oltre ai principali temi ecologici, il lettore apprende che le strutture costruite dagli esploratori, come la capanna realizzata dall’inglese Robert Falcon Scott nel 1911 sull’Isola di Ross in Antartide durante la cosiddetta spedizione “Terra Nova” (1910-1913), oppure i siti relativi alle culture native della regione Artica, sono anch’essi a rischio, e non solo per via delle condizioni climatiche estreme. Ma nello stesso tempo il lettore scopre che dei progetti di conservazione sono stati intrapresi o già completati, al fine di salvare queste testimonianze uniche del patrimonio culturale. Infine, le quattro appendici che concludono il volume offrono indici esaustivi sulla terminologia utilizzata, sulle organizzazioni e sulle risorse impiegate a livello internazionale nel campo della conservazione architettonica, sui convegni internazionali e locali, sulle norme e le raccomandazioni, oltre ad una bibliografia ragionata indispensabile a chiunque, professionista o semplicemente interessato alla materia, intenda comprendere questo pezzo essenziale del nostro patrimonio culturale. Edito da John Wiley & Sons Febbraio 2009 £50


15/9/2009 -
Lectio magistralis di Renzo Piano

L’architetto Renzo Piano è il protagonista della Giornata dell’Architettura, l’appuntamento che da alcuni anni caratterizza Cersaie, Il Salone Internazionale della Ceramica per l’Architettura e dell’Arredobagno. Giovedì 1° ottobre, presso il Palazzo dei Congressi di Bologna, Renzo Piano terrà una Lectio Magistralis dal titolo ‘Fare Architettura’: l’evento avrà inizio alle ore 11.00 e sarà preceduto da una conferenza stampa prevista per le ore 10.00 presso la Galleria dell’Architettura di BolognaFiere (Centro Servizi, Blocco D).




13/9/2009 -
Dov'era e come era di Paolo Marconi

Sul numero 76 ,Settembre 2009 di "Il Giornale dell'Architettura" abbiamo letto con interesse e partecipazione un veemente articolo di Marconi sulla ricostruzione in Abruzzo.Quali sono i motivi ideologici che impediscono di riaffermare ,ricostruendo come erano e dove erano gli edifici storici che gli abitanti considerano non un segno del territorio ma una presenza amica di cui si vuole ritrovare "la faccia"? Perchè non usare le buone ricette del costruire ed invece colare cemento ovunque? Si sa quali sono le malte,i fanghi e le terre da usare? Molti gli argomenti trattati con la consueta chiarezza.




7/9/2009 -
The Beautiful Mind Estetica e Design a Cersaie 2009

Le nuove tendenze di architettura e design utilizzano le virtù e la forza espressiva delle piastrelle di ceramica Made in Italy per creare suggestivi elementi di arredo, soluzioni dal grande impatto visivo, ambientazioni caratterizzate da entusiasmanti giochi prospettici.Uno degli eventi centrali del ricco programma culturale di Cersaie è la conferenza “Beautiful Minds”, ideata da Confindustria Ceramica e organizzata da Edi.Cer. Spa, in programma venerdì 2 ottobre 2009 alle ore 11 presso la Sala Italia del Palazzo dei Congressi. Momento focale dell’incontro è l’intervento dell’architetto Michele De Lucchi, uno dei maestri del design italiano, che interverrà sul tema “Abitare la storia” . di musei, spazi abitativi ed elementi di città caratterizzati da insediamenti di forte valenza simbolica, De Lucchi è da sempre attento a quegli aspetti del progetto riconducibili alla memoria, ma anche alla necessità di interpretare il presente all’interno del tessuto urbano ereditato. Per ulteriori informazioni: Andrea Serri Ufficio Stampa tel. 0536 818111 fax 0536 807935 - cell. 348 1504905 e-mail: aserri@confindustriaceramica.it




1/9/2009 -
Alla Biennale di Venezia...

Nell’ambito della 66. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica (2-12 settembre 2009), si presenta l’anteprima mondiale del film sperimentale Recordare di Leonardo Carrano e Alessandro Pierattini, autore e direttore di collana della casa editrice Dedalo. RECORDARE In anteprima mondiale giovedì 10 settembre 2009 ore 17.00 sala Perla sabato12 settembre 2009 ore 11.00 sala Volpi Palazzo del Cinema- Lido di Venezia

RECORDARE In anteprima mondiale giovedì 10 settembre 2009 ore 17.00 sala Perla sabato12 settembre 2009 ore 11.00 sala Volpi Palazzo del Cinema- Lido di Venezia Recordare è un breve film sperimentale realizzato a partire dalle immagini tomografiche di due cadaveri donati alla scienza. Attraverso continue metamorfosi, la carne sezionata diventa pittura digitale e il flusso visivo si accorda con quello sonoro e musicale del Requiem di Mozart. L’animazione è ottenuta montando in sequenza le sezioni anatomiche tratte dal modello virtuale dei cadaveri di un uomo e una donna, surgelati poche ore dopo il decesso e ridotti in sezioni sottilissime, acquisite poi con la risonanza magnetica e la tomografia assiale, quindi digitalizzate per formare un atlante virtuale (il “Visible Human Project®” è un progetto realizzato dalla U.S. National Library of Medicine). Lo spostamento continuo del piano di sezione restituisce a fluidi e tessuti l’illusione della vita; le immagini, spesso ottenute attraverso sezioni oblique e rotazioni del piano di sezione intorno a punti eccentrici rispetto agli assi di simmetria del corpo, danno luogo a sequenze di continua metamorfosi di forme biologiche nelle quali la fisionomia umana rimane per lo più celata: i risultati vanno dall’astrazione a riferimenti figurativi che riecheggiano la pittura di Francis Bacon.


31/8/2009 -
Il Cantiere del Restauro

L'Istituto Europeo del Restauro ,Isola di Ischia,Castello Aragonese,8077 Ischia organizza ,dal 7 Settembre al 31 Ottobre 2009,un corso a numero chiuso per 15 partecipanti selezionati.Per informazioni 081 3334536,info@istitutoeuropeodelrestauro.it




31/8/2009 -
Convegno promo _legno a Lecce"Case ed edifici in legno,confort per un clima mediterraneo"

Venerdì 2 Ottobre 2009 dalle ore 15 alle ore 19,30 presso il Gran Hotel Tiziano e dei Congressi a Lecce si terrà un congresso sulla possibilità sulla possibilità di costruire con il legno nelle regioni dal clima mediterraneo.Il convegno sarà moderato dall'Architetto Alberto Alessi che presenterà ,in apertura,una selezione di progetti internazionali.




12/6/2009 -
Basta con le orrende attuali lampadine a risparmio energetico

Nuovo prodotto rivoluzionario di GE Lighting: la prima lampadina a risparmio energetico totalmente in vetro, del tutto simile nell’estetica alle classiche lampadine a incandescenza, ma con un bel risparmio energetico! Da Settembre sarà in vendita.




i nostri autori catalogo tavole da trattati antichi notizie novità Home Page
created & hosted by MONDOWEB