Newsletter:
Cerca nel sito:
Home Page i nostri autori catalogo tavole da trattati antichi notizie novità email Home Page Home Page

Novità

« 1 2 [3] 4 5 »
Cronaca giovanile 1942-1943
Cerulli Irelli Manlio

Una serie di appunti preparati per la stesura di un libro sull'inizio della vita universitaria. L'incontro con Gentile. L'amicizia con Raffaele Persichetti e Pilo Albertelli. Scorci di vita dei primi anni '40, fanno di questo libricino una lettura interessante e gradevole.



formato 17x24 , pagine 116,6 foto in b/n,brossura ISBN 978 88 95913 14 8
Prezzo: € 8,00

ORDINA »

DIARIO 1911-1932
de Vecchi di Val Cismon Giorgio

""" Dai manoscritti originali recentemente recuperati dai figli, i primi venti anni di vita di un uomo, nato nella buona borghesia di Torino, narrati in parte in diretta, giorno per giorno, ed in parte ricostruiti a memoria dall'autore. Da bambino e adolescente sente parlare delle vicende del padre attivamente impegnato nella prima guerra mondiale, da giovanotto vive ai margini della prima attività politica del padre e viene in contatto con numerosi personaggi dei quali annota con precisione presenza fisica e carattere. Da giovane adulto vive con la famiglia l'esaltante esperienza della Somalia degli anni '20 che avrà grande parte nella formazione del suo carattere. Al rientro in Italia, completati gli studi, presta il servizio militare: questa vita lo appassiona e lo coinvolge profondamente tanto da diventare la sua scelta di vita. Il racconto si interrompe con il fidanzamento con la donna che sarà il suo grande amore dei successivi 60 anni.""" INIZIA CON QUESTO VOLUME UNA RACCOLTA DI MEMORIE CHE CI AUGURIAMO DIVENTI RICCA ED INTERESSANTE.



formato 17 x 24,pagine 631,brossura,ISBN 978 88 95913 22 3
Prezzo: € 25

ORDINA »

L'ABBAZIA DI SANT'ANSELMO IN ROMA
Comandini Francesco

Sulla collina dell'Aventino si scorge l'imponente fabbricato dell'Abbazia Primaziale di Sant'Anselmo,centro della Confederazione di Congregazioni Benedettine,voluto da Leone XIII.E' il punto di riferimento e d'incontro dei Benedettini di tutto il mondo...............Francesco Comandini ne presenta la storia riportando una serie di dettagli con i disegni originali dell'epoca...........Dalla prefazione dell'Abate Primate Notker Wolf osb

Il Collegio benedettino di Sant'Anselmo sull'Aventino di cui questo volume ripercorre la progettazione e la costruzione, fu realizzato tra il 1893 ed il 1901.La chiesa fu consacrata nell'anno giubilare 1900.Il complesso architettonico fu realizzato dallo svizzero Ildebrando de Hemptinne,nominato da Leone XIII primo Abate Primate della Confederazione benedettina.L'edificio si ispira ai canoni dello stile romanico ed è una delle opere di architettura religiosa più pregevoli dell'epoca.L'autore,Francesco Comandini architetto ha compiuto studi di arte ed iconografia cristiana presso l'Università Gregoriana e l'Ateneno Sant'Anselmo.Per i nostri tipi ha pubblicato"Progettare una chiesa.Introduzione all'architettura liturgica"

Formato 17 x 24,pagine 103,numerose ill.nel testo,16 tavole del progetto originale di H.de Hemptinne di cui una a colori,6 foto originali del 1901,appendice con articolo da "L.'Osservatore Romano "ottobre 1900,lettera di I.de Hemptinne e dettaglio della contabilità dei lavori tenuta da F.Vespignani.ISBN 978 88 95913 15 5
Prezzo: € 12

ORDINA »

ASPETTI DELLA FORMA NELL'ARCHITETTURA.
Bilò Massimo

Questo libro,non a caso dedicato agli studenti, raccoglie,come recita il suo sottotitolo,materiali per le lezioni di teorie della progettazione architettonica contemporanea e deriva dalle lezioni che l'autore ha tenuto e sta tenendo presso la Facoltà di Architettura "Ludovico Quaroni" a Roma.I due titoli precedenti "Caratteri funzionali degli edifici" 2001 ed " Elementi del progetto di architettura",2008 sono stati pubblicati dalla nostra casa e sono sempre disponibili.



Pagine 62, formato 17x24, brossura, ISBN 9 788895 913193.
Prezzo: € 8,00

ORDINA »

MANUALE DEL RESTAURO ARCHEOLOGICO DI ERCOLANO
Alessandro Pierattini - Prefazione di Paolo Marconi

Il Manuale del Restauro Archeologico di Ercolano vuole essere una guida alla comprensione dei caratteri dell’edilizia archeologica vesuviana, ed è indirizzato ad architetti, archeologi e cultori dell’archeologia

Il Manuale del Restauro Archeologico di Ercolano vuole essere una guida alla comprensione dei caratteri dell’edilizia archeologica vesuviana, ed è indirizzato ad architetti, archeologi e cultori dell’archeologia. Obiettivo principale è comprendere la tecnologia antica e interpretare la ratio costruttiva delle architetture archeologiche dalla pianta alla scala di dettaglio, per fornire una guida utile alla stesura di progetti di restauro rispettosi delle caratteristiche originarie dei monumenti vesuviani. Dopo una sintetica introduzione sulla storia dell'antica Herculaneum e le vicende legate allo scavo e ai restauri, il testo propone un percorso conoscivito che inizia con l'analisi tipologica della domus, esaminata nei suoi ambienti sulla base delle interpretazioni di Vitruvio. Dallo studio tipologico si passa poi all'analisi morfologica e stilistica dei singoli ambienti dell'antica domus e delle loro rifiniture, condotta attraverso lo studio contestuale di pavimenti, pareti e soffitti. A compimento del percorso proposto, l'ultima sezione illustra la tecnolgia antica fin nel dettaglio costruttivo attraverso tavole ordinate per temi specifici, procedute di volta in volta da una breve introduzione. Dalla prefazione di Paolo Marconi: [...] "Il manuale si propone come un passo avanti nel metodo di tramandare ad archeologi ed architetti assieme - se coinvolti nelle operazioni di restauro archeologico - la conoscenza tecnica dell’edilizia antica corrotta dal tempo e dagli eventi subiti, al di là dei rilievi frammentari dei ruderi e delle loro fotografie, utili al massimo allo scopo di classificarne i ‘pezzi’ in un museo: un passo avanti che può essere ulteriormente emendato da altri, ma con un metodo che non può essere diverso da quello impiegato da questo MANUALE, a meno di confondere la poesia col pezzo di carta sul quale fu scritta" .[...] Indice Parte Prima: Analisi conoscitiva: 1. Introduzione, storia, scavi, restauri - 2. Tipologia: fonti e confronti - 3. Verso il modello della casa ercolanese - 4. La decorazione - Schede sulle fasi decorative della domus (n.7) Parte Seconda: La ratio costruttiva: (ogni capitolo comprende un'introduzione teorica e tavole tecniche) 1. Strutture di copertura - 2. Meniani - 3. Scale - 4. Controsoffitti - 5. Infissi - 6. Pavimenti Bibliografia.

Pag. 230, completamente illustrato con piante, rilievi e tavole Brossura Formato: 21x29,7 ISBN 978 8895913124 RISTAMPA SETTEMBRE 2010
Prezzo: € 38,00

ORDINA »

Il vetro e la pietra. Un museo a Cortona
Longobardi G. Mandara M.Pavese F.

Originalissima presentazione grafica della realizzazione del Museo della Città Etrusca e Romana di Cortona, in cui è protagonista il vetro: non vetrine per oggetti, quindi, ma pareti trasparenti che mettono su un piano di parità i materiali archeologici, le scritture, i plastici esplicativi, le riproduzioni, i prodotti multimediali; e che adottano come sfondo l’architettura delle sale.

Il volume racconta per immagini il lungo percorso progettuale e costruttivo che ha portato alla realizzazione del Museo della Città Etrusca e Romana di Cortona. Nato nel 1996 come idea per una mostra temporanea, nel 1997 diventa una sezione permanente del MAEC - il Museo dell’Accademia Etrusca e della Città di Cortona -, ma limitato a un solo piano del Palazzo Casali e con un contenuto espositivo formato da riproduzioni, plastici e diorami, privo cioè di oggetti originali. Nel 2000 poi, la disponibilità della Soprintendenza Archeologica di Firenze a trasferire a Cortona i materiali archeologici del suo antico territorio rende possibile la configurazione del museo così come è stato realizzato, in due fasi: la prima con un’apertura parziale nel 2005, la seconda con la sistemazione definitiva nel 2008. L’allestimento mette in opera un progetto scientifico di Mario Torelli, dichiaratamente orientato a deviare l’attenzione dal feticcio dei materiali archeologici verso la ricostruzione dei loro contesti storici e culturali; e, nello stesso tempo, interviene a compimento di un altrettanto lungo intervento di restauro del palazzo, condotto da Enrico Lavagnino, che ha messo in luce una complessa stratigrafia con fasi etrusche, medievali, rinascimentali e ottocentesche. Il tema progettuale è perciò quello di illustrare le vicende del territorio attraverso i numerosi ritrovamenti, accompagnati da ampi apparati espositivi, valorizzando parallelamente anche la complessità del palinsesto edilizio. I concetti, prima degli oggetti: il vetro è apparso come il materiale ideale per questo scopo. Walter Benjamin ne aveva acutamente messo in luce la capacità riduttiva: «Non per nulla il vetro è un materiale freddo e sobrio. Le cose di vetro non hanno “aura”. Il vetro è soprattutto il nemico del segreto. È anche il nemico del possesso». Si recupera così una maniera antica di esporre, in verticale e in profondità, su più piani percettivi sovrapposti, caduta in disuso proprio a causa del progressivo interesse per il “pezzo” in sé. The book tells by images the making of the Museum of the Etruscan and Roman City of Cortona. Starting in 1996 as a temporary exhibition, in 1997 it become a section of the MAEC – the Museum of the Etruscan Academy and of the city of Cortona –, but was limited to one floor of Palazzo Casali and the exhibits were limited to reproductions, plastic models and dioramas, ie without any original objects. Then, in 2000, the willingness of the Archaeological Board of Florence to transfer some archaeological finds to Cortona, their ancient home, made it possible to envisage the museum as it has been created,ie in two phases: the first with a partial opening in 2005,and the second with the final arrangement in 2008.

formato 24 x 28,pagine 48,66 foto a colori,20 disegni,testo italiano e inglese ISBN 978 88 95913 131
Prezzo: € 20

ORDINA »

ISTRUZIONI ELEMENTARI PER INDIRIZZO DE' GIOVANI ALLO STUDIO DELL'ARCHITETTURA CIVILE
BERNARDO ANTONIO VITTONE Prefazione e apparati di Edoardo Piccoli

Le «Istruzioni elementari» di Bernardo Antonio Vittone (1705-1770),sono un vero e proprio corso completo per l'avviamento dei giovani alla professione. Vittone pubblicò in proprio il suo trattato nel 1760, presso un editore luganese: con le sue 101 incisioni e le oltre 600 pagine di testo, si tratta di uno dei più imponenti trattati vitruviani, è uno tra i pochi a non aver mai avuto, immeritatamente, un'edizione moderna che lo rendesse accessibile,.

Le «Istruzioni elementari» di Bernardo Antonio Vittone (1705-1770), architetto torinese, accademico di San Luca, insegnante, protagonista del barocco europeo dei decenni centrali del Settecento, sono un vero e proprio corso completo per l'avviamento dei giovani alla professione. Vittone è tra gli ultimi degli scrittori di architettura in età moderna a coltivare l'ambizione di un controllo personale dei diversi saperi necessari all'architetto, e le «Istruzioni diverse» ne sono la prova: si passa dalla matematica agli ordini (con una edizione rivisitata del Vignola) , dai materiali da costruzione al «carattere» degli ornamenti, fino all'araldica. Architetto «barocco» ma non legato alla corte, fiero e indipendente (anche grazie a un'accorta gestione delle proprie finanze), Vittone pubblicò in proprio il suo trattato nel 1760, presso un editore luganese: con le sue 101 incisioni e le oltre 600 pagine di testo, si tratta di uno dei più imponenti trattati vitruviani, è uno tra i pochi a non aver mai avuto, immeritatamente, un'edizione moderna che lo rendesse accessibile,. All'edizione delle «Istruzioni elementari» del 1760 si affiancherà in seguito quella delle «Istruzioni Diverse» del 1766, secondo e ultimo trattato di Vittone. «Fuori del Piemonte, Vittone è ancora poco conosciuto, eppure egli fu un architetto di rara abilità, pieno di idee originali e di una capacità creativa eguagliata solo da pochi dei maggiori maestri» (R. Wittkower, 1958) «Il contributo offerto dalle opere teoriche di Vittone alla cultura illuministica va ricercato soprattutto nella tendenza a sistematizzare l'eredità culturale del mondo barocco» (P. Portoghesi, 1966). Indice I. Prefazione Vittone all'incrocio Terzo centenario in discussione II. La struttura dell'opera Libro I. Apologia della misura Libro II. Fondamenti vitruviani e Vignola ampliato Libro III. Verso la progettazione III. Tempi della scrittura, tempi dell’edizione Intorno al Vignola: 1734-1745 Da Torino a Lugano: 1758-62 Le Istruzioni in quattro volumi: 1770-1797 IV. Bibliografia V. Apparati V. 1. Descrizione bibliografica V. 2. Indice delle tavole V. 3. Indice dei nomi e dei luoghi

PAGINE: Volume I pag 231- Volume II pag 622- Volume III (Tavole 101) VOLUMI: I-II-III Indivisibili Collana "VITRUVIO E I SUOI EREDI" FORMATO: cm 21x 29,7 RILEGATURA: brossura ANNO: 2008 CODICE ISBN : 978-88-95913-08-7 IN RISTAMPA,DATA DI RISTAMPA NON PRECISABILE
Prezzo: € 86,00

ORDINA »

ARCHITETTURE AL MARGINE 07
a cura di Alfredo Foresta e Tiziana Panareo. Introduzione di Alberto Ferlenga,Margherita Guccione e Marco Mulazzani.

L’Almanacco è un monitoraggio del territorio salentino attraverso le esperienze professionali dei giovani architetti salentini e le realizzazioni che evidenziano lo stato dell'arte delle imprese edilizie che meglio coniugano ricerca e sviluppo a supporto di una qualità architettonica e ambientale che merita di essere conosciuta

L’Almanacco è un monitoraggio del territorio salentino attraverso le esperienze professionali dei giovani architetti salentini e le realizzazioni che evidenziano lo stato dell'arte delle imprese edilizie che meglio coniugano ricerca e sviluppo a supporto di una qualità architettonica e ambientale che merita di essere conosciuta. In controtendenza alla onnipresente presenza delle archistar, in questa collana, si tenta una presa di posizione, una scelta, un percorso, una ricerca, dove riflettere, discutere, misurare la qualità ambientale e architettonica del territorio salentino. Probabilmente il merito non va individuato nei contenuti o nella metodologia, o per le contraddizioni evidenziate dagli autori ma nel coinvolgimento di tutte le parti attive che ad ogni grado governano i cambiamenti delle città. Le realizzazioni sono 21 e le tipologie sono varie:centri commerciali, case unifamiliari, scuole, recuoeri dell'esistente, alberghi. 2008 - pp.143 - cm 21x24 - illustrazioni b/n e a colori . ISBN 88-95913-04-09

Collana "Punto a sud-est".
Prezzo: €15,00

ORDINA »

ELEMENTI DEL PROGETTO DI ARCHITETTURA
Massimo Bilò

Questo scritto raccoglie gli appunti per le lezioni relative al corso tenuto dall’autore,agli studenti del primo anno di Architettura, sul tema “Elementi del progetto di architettura” presso l’Università di Roma nell’Anno Accademico 2007/2008 .

Questo scritto raccoglie gli appunti per le lezioni relative al corso tenuto dall’autore,agli studenti del primo anno di Architettura, sul tema “Elementi del progetto di architettura” presso l’Università di Roma nell’Anno Accademico 2007/2008 . L’argomento principale è costituito dalla nozione di Tema che l’autore presenta con gradualità suggerendo un iter volto a fornire gli strumenti adatti a compiere un percorso progettuale. Si parte da una indagine sul concetto di Tema in musica,in letteratura ed,infine,in architettura e si prosegue affrontando passo passo la formazione del processo logico come base di ogni decisione progettuale.La sintetica analisi di trentacinque realizzazioni, divise a seconda della dinamica progettuale ed una bibliografia, completano il testo.

2008-pp 64-cm 17x24-ISBN 978-88-95913-03-2
Prezzo: 8,00

ORDINA »

TRATTATO DI ARCHITETTURA ,LIBRO III. ANTIQUITA' DI ROMA E LE ALTRE CHE SONO IN ITALIA, E FUORI DE ITALIA.
Sebastiano Serlio Introduzione di Alessandro Pierattini.

Il Trattato di Architettura di Sebastiano Serlio tratteggia il tipo del moderno manuale illustrato: attraverso pianta, alzato, sezione e dettagli prospettici l'autore descrive l'architettura classica a partire dal Pantheon, inserendo anche esempi di architettura egizia e edifici moderni di Bramante, Raffaello e Peruzzi.

Il Trattato di Architettura di Sebastiano Serlio tratteggia il tipo del moderno manuale illustrato.Il tono asciutto e l'approccio pragmatico,assieme all'immediatezza didattica basata sulle immagini e al vasto repertorio di "esempi", ne fecero strumento prezioso per generazioni di architetti del tempo, e ne fanno oggi un classico degno del più attento studio.Il Terzo Libro, pubblicato nel 1540 e riproposto da noi nell'edizione del 1544,costituisce la prima pubblicazione organica sull'architettura antica. Attraverso pianta, alzato, sezione e dettagli prospettici Serlio descrive l'architettura classica a partire dal Pantheon, inserendo anche esempi di architettura egizia e edifici moderni di Bramante, Raffaello e Peruzzi.

Saggio introduttivo di Alessandro Pierattini. 2008-pp.180-cm 21x29,7-tutto illustrato in b/n- ISBN 978-88-95913-00-1 Collana "VITRUVIO E I SUOI EREDI" RISTAMPA MARZO 2012
Prezzo: 34,00

ORDINA »

i nostri autori catalogo tavole da trattati antichi notizie novità Home Page
created & hosted by MONDOWEB